COMUNE DI SAVONA

La città di Savona è capoluogo di provincia della regione Liguria, collocata nel ponente ligure. Il suo territorio è attraversato dalle Alpi Liguri, dove fra le vette più alte troviamo: Monte Carmo con 1389 m. e il Monte Beigua con 1287 m., la provincia è una fra le più boscose d'Italia, qui si trova la Bormida di Spigno, in oltre a confine con la regione Piemonte si trovano i terreni argillosi della Piana Crixia.
I rilievi lentamente si diradano verso la costa lasciando il posto alle pre - colline che occupano sul totale poco più del 30% della superficie della provincia, il territorio è attraversata da diversi corsi d’acqua, fra i quali ricordiamo: Merula, Centa e il Sansobbia; mentre i fiumi Lavanestro e Letimbro attraversano la città di Savona.

 

Luoghi Religiosi

Palazzi e Monumenti

Cosa Visitare a Savona

Eventi e Manifestazioni

Link Utili

Visitiamo i Comuni della Provincia

Scegli nella nostra library i comune della provincia da Esplorare

La città di Savona fu una città improntata allo scambio commerciale via mare, questo grazie agli insediamenti Bizantini durante il corso del Medioevo. Nel ‘500 la città divenne dominio della città di Genova, la quale spostò il centro commerciale e navale verso la città di Vado, in quanto più propensa ad accogliere un porto di più grandi dimensioni, rispetto alla città di Savona. La città ancora oggi osserva il mare dalle sue torri: Corsi e Guarnieri, realizzate nel 1100 d.C. e dalla fortezza del Priamar.

L’economia della città di Savona trova nel settore terziario una gran parte del suo sviluppo, grazie sia ai trasporti marittimi, che quelli turistici con le diverse navi da crociera che da qui partono verso mete Mediterranee o Atlantiche. Sono presenti nel tessuto economico anche i settori industriali e manifatturi, oltre a quello primario con specializzazione nel settore ortofrutticolo, sviluppato soprattutto lungo la piana di Albenga.

Il duomo di Savona è intitolato a Santa Maria Assunta, l’edificio fu edificato sul finire del ‘500, il quale presenta una pianta a croce latina divisa in tre navate, quella centrale è sovrastata da una volta a botte, mentre quelle laterali da una volta a crociera. All’interno sono custoditi un crocefisso in marmo risalente al XV sec. e il fonte battesimale di epoca bizantina, di notevole pregio è il settecentesco altare maggiore sormontato da un ciborio e il coro ligneo intagliato del XVI sec. Dal tempio si accede al chiostro decorato da statue di santi, dal quale si giunge alla Cappella Sistina voluta da papa Sisto IV realizzata nel ‘400 e rielaborata in stile roccocò, composta da un unico ambiente sormontato da una cupola. Accanto alla Cattedrale svetta il campanile, ultimato nei primi anni del ‘900.

La leggenda vuole che il santuario mariano cinquecentesco fu costruito a seguito dell’apparizione della Madonna ad un contadino, a questo evento si susseguirono altre apparizioni, che portarono molti fedeli in pellegrinaggio in questi luoghi. L’edificio religioso fu costruito in stile barocco su progetto di Antonio Sormano, la facciata si apre con tre portali, sopra i quali furono ricavate tre nicchie per collocarvi le statue della Vergine, di Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista. L’interno è suddiviso in tre navate, sotto le quali si trova la cripta decorata con stucchi in oro.

La fortezza  Priamar fu edificata per volere di Genova, i lavori iniziarono nel XVI sec. e si protrassero nei secoli successivi, la struttura fu dotata di bastioni, su progetto di Domenico Sirena nel XVII , per essere successivamente utilizzata nell’800 come carcere, dove fu anche rinchiuso Giuseppe Mazzini.
Ai giorni nostri la fortezza è stata riqualificata come polo museale, all’interno si trova la Pinacoteca Civica, collocata all’interno del Palazzo della Loggia, qui i pezzi esposti riguardano principalmente maestri Liguri a partire dall’età Medioevale, fino al ‘700; Il Civico Museo Archeologico, ricavato all’interno anch’esso nel Palazzo della Loggia, espone quel che fu ritrovato durante gli scavi nell’antico nucleo della città di Savona, ovvero una necropoli risalente al V sec. a.C.
Sempre all’interno del Palazzo della Loggia si trova anche il museo in onore a Sandro Pertini, dove sono esposte le collezioni dell’importante uomo politico italiano originario di Savona.
Nel Bastione San Carlo si trova invece il Museo Renata Cuneo, dove sono esposte le opere dell’artista.

Il palazzo della Rovere fu edificato sul finire del ‘400 su progetto del Sangallo per volere del cardinale Giuliano della Rovere, per la sua realizzazione furono acquistate molte proprietà attorno a quella principale dei della Rovere. I lavori furono successivamente fermati, quando il cardinale fu eletto sommo pontefice di Roma, abbandonando quindi Savona per tornare a vivere a Roma.
L’edificio fu terminato il secolo successivo, con accorgimenti sbrigativi rispetto al progetto iniziale. Il palazzo fu in oltre affrescato, ma di quelle meraviglie poco resta a causa del suo utilizza come convento delle suore Clarisse, che ne oscurarono per sempre la bellezza. Nel corso del XIX sec. al pian terreno furono aperte delle botteghe, mentre oggi il palazzo è la sede della Questura e di un ufficio postale.