COMUNE TREZZO SULL'ADDA

Il paese racchiude al suo interno diverse importanti costruzione a partire dal castello Visconteo, il quale fungeva da roccaforte contro il nemico di confine, sino ad arrivare all'Hotel che porta lo stesso nome del comune, quest'ultimo lo citiamo in quanto l'edificio era già presente sul suolo cittadino a partire dalla prima metà del '700, ed era un palazzo signorile, trasformato in albergo a partire dalla fine dell'800.
Nelle vicinanze di Trezzo furono scoperte negli anni '70 cinque tombe Longobarde, appartenenti a importanti personalità del periodo, questo lo si dedusse dagli oggetti rinvenuti accanto ai corpi come armi e oggetti preziosi. Altre tombe furono rinvenuti vent'anni dopo, tuttavia non in buon stato di conservazione.
Il primo impianto del castello lo si fa risalire al VII sec. come baluardo contro gli Orobi, successivamente nel XII sec. Federico Barbarossa fece edificare tre torri oltre ai ponti sul fiume Adda che fungevano da comunicazione fra le due sponde. Nel 1167 Barbarossa fu scacciato da queste terre e i Visconti fortificarono maggiormente le difese di Trezzo. Con la salita al potere degli Sforza, si potenziarono gli avamposti fluviali di confine, per poter essere pronti a respingere gli eventuali attacchi da parte della Serenissima. Con il passaggio del potere in più mani, il castello fu utilizzato solamente come deposito militare e parte del rivestimento fu smantellato. Attualmente il castello è stato restaurato ed è possibile visitarlo assieme alla Villa Comunale e al giardino.
Nel 1906 sulla sponda del fiume Adda sulla quale si affaccia Trezzo fu edificata la centrale idroelettrica Taccani, realizzata in stile moderno, cercando di trovare un'armonia con l'ambiente circostante, cercando di mimetizzarsi in esso. La centrale è ancora attiva, ed è possibile visitarla tutte le domeniche del mese, ad esclusione dei mesi di Gennaio ed Agosto.
Su piazza Nazionale si affaccia la chiesa intitolata ai Santi Gervasio e Protasio, edificata a partire dalla prima metà del '400 e successivamente ampliata. Agli inizi del '900 furono effettuati interventi di ristrutturazione del tempio, di quel periodo sono anche i ritocchi alla facciata e la costruzione della nuova torre campanaria, la quale svetta per 75 metri. L'interno è suddiviso in tre navate, qui si conservano diversi affreschi di stile Giottiano.
L'oratorio di San Rocco si affaccia su piazza della Libertà edificato nel '500. L'interno dell'edificio presenta una pianta unica, mentre all'esterno si prolunga la facciata con un portico.













Itinerario della Provincia >>


Luoghi Religiosi

Palazzi e Monumenti



Il Blog dei nostri Reportage

RACCONTI DI FIRENZE

Racconti da Personaggi Illustri che hanno visitato Firenze nel passato, i quali scrivono lettere descrivendo ciò che la città fa percepire de se stessa agli occhi dei visitatore.

Continua...
ITINERARI RELIGIOSI TOSCANA

La sentieristica della Regione Toscana è composta non solo da passeggiate in Montagna o all'interno di Riserve e Parchi Naturali, ma anche da Itinerari che parlano allo Spirito e alla Fede.

Continua...

Cosa Visitare a Trezzano

Eventi e Manifestazioni

Link Utili