REGIONE TOSCANA

 La regione Toscana confina a nord con la Liguria e l’Emilia Romagna, a est con Marche e Umbria, a sud con il Lazio, mentre a ovest si affaccia sul mar Tirreno. Il capoluogo di regione è Firenze, mentre le province della regione sono: Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Il territorio è prevalentemente collinare, ed è attraversata dall’Appennino. I rilievi più importanti sono le Alpi Apuane, mentre fra Siena e Firenze si collocano le colline del Chianti, le colline Metallifere e il monte Amiata di origine vulcanica. I fiumi più importanti sono: l’Arno, la Magra, il Serchio, il Cecina e l’Ombrone. Le coste sono a tratti sabbiose verso la Versilia e rocciose specie in prossimità dei promontori.  Le colline della Toscana possono essere dolci come quelle della zona del Chianti o aspre come quelle Metallifere nei dintorni del monte Amiata. La costa toscana si snoda per 330 km, la quale si presenta regolare e sabbiosa a partire dalla Liguria sino a Livorno, mentre più a sud si incontrano le scogliere e promontori.

Le sette isole dell’arcipelago toscano sono protette dall’omonimo parco nazionale, le quali pullulano di una diversa fauna e flora, questo dovuto al loro isolamento e dal fatto che l’uomo non si è mai insidiato su di esse, visto che erano utilizzate come luoghi di isolamento penitenziere. Il 6% del territorio Toscano è protetto, qui sorgono 2 parchi nazionali, 3 regionali, 19 riserve regionali, 35 statali e 2 zone umide, il risultato è che questa regione è la più verde della penisola. Nelle zone impervie delle Alpi Apuane nidifica l’aquila reale, mentre le montagne, che sono caratterizzate da foreste appenniniche, come le cime boscose dell’Abetone, ospitano il lupo (si sta cercando di reinserirlo all’interno di questo habitat), più precisamente nei boschi del Casentino, dove caccia cervi, daini e caprioli. Nella zona costiera a sud si trova invece una fauna composta da aironi, germani, occhioni e nella laguna di Orbetello è presente anche il fenicottero.

Itinerario di Firenze

Campanile di Giotto - Firenze

PROVINCE DELLA REGIONE

Isole dell'arcipelago Toscano - Parco Nazionale

Elba

L'isola Elba è la maggiore per estensione di tutto l'arcipelago Toscano, la sua vegetazione è quella tipica Mediterranea, qui trovano riparo fra la macchia: cinghiali, ricci, mufloni e grossi rapaci come il falco pellegrino. L'isola fu terra di diversi conquistatori fra cui Etruschi e Romani sino ad arrivare all'Impero di Napoleone.

Capraia

L'isola di Capraia fu originata da eruzioni vulcaniche sottomarine, essa presenta una superficie rocciosa, con spuntoni e tratti scoscesi quasi impenetrabili per l'uomo. L'isola è ricoperta da una vegetazione tipicamente Mediterranea. Sull'isola è presente anche uno specchio d'acqua: "Stagnone", qui vivono conigli selvatici e il picchio muraiolo, un tempo anche la foca monaca solcava le acque attorno all'isola di Capraia, oggi divenuta una specie in estinzione. Fino al 1986 l'isola era la locazione della colonia penale, tale utilizzo ha permesso all'habitat di rimanere immutato nel tempo.

Giglio

L'isola del Giglio è la seconda isola dell'arcipelago Toscano per grandezza, la quale ha un territorio prettamente montuoso e costituito da roccia granitica. L'isola presenta tratti asperi e altri invece che possono assomigliare a insenature paradisiache, come le spiagge: Campese, Cannelle, Caldane e Arenella. L'isola fu abitata già ai tempi della Preistoria, per diventare un punto base Etrusco. Il centro storico dell'isola del Giglio è ancora oggi arroccato all'interno delle mura medioevali.

Pianosa

L'isola di Pianosa rappresenta un Habitat importante per specie marine e non, in quanto in essa fino al 1864 ospitava una colonia penale, che ha lasciato inalterato l'ambiente dell'isola

Montecristo

L'isola di Montecristo è caratterizzata da un struttura collinare che raggiunge i 600 metri sul livello del mare. L'isola fu lo spunto anche per il romanzo ideato da Alexandre Dumas: "Il Conte di Montecristo". Dal 1971 l'isola è divenuta Riserva Naturale, quindi inviolabile dall'uomo.

Gorgona

Anche l'isola di Gorgona ha come caratteristica ambientale quella di avere un aspetto prettamente montuoso, con un intervallarsi di falesie e grotte. L'isola è stata tuttavia modellata dalla mano dell'uomo, a seguito dell'inserimento in essa di una colonia penale presente sul territorio dal 1869.

Giannutri

Sull'isola sono presenti i resti di una antica Villa Romana di proprietà della famiglia Domizi.

Lorem ipsum dolor sit

Incidunt et vero consequatur laboriosam asperiores tenetur nihil saepe

Informazioni Turistiche

Seguici sui social

Elenco
  • Borghi
  • Percorsi Bike
  • Parchi
  • Trekking

BORGHI INCANTATI DELLA REGIONE

Anghiari
Barga
Buonconvento
Castelfranco di Sopra
Castiglione di Garfagnana
Cetona
Coreglia Antelminelli
Giglio Castello
Loro Ciuffenna
Montefioralle
Montescudaio
Pitigliano
Poppi
San Casciano dei Bagni
Scarperia
Sovana
Suvereto
 

COMUNITA' MONTANE

PERCORSI RELIGIOSI

La sentieristica della Regione Toscana è composta non solo da passeggiate in Montagna o all'interno di Riserve e Parchi Naturali, ma anche da Itinerari che parlano allo Spirito e alla Fede; il Turista sempre di più cerca un contatto diretto con il proprio IO Interiore sulle orme dei Pellegrini. Ecco dunque la riscoperta dei sentieri della Fede.

Continua a Legge il Blog >>